• Home
  • Docenti
  • Tromba
  • Paolo Raineri

Paolo Raineri

paolo raineriNato a Faenza il 13 Febbraio 1984, si è diplomato in Tromba, musica jazz e didattica della musica presso il Conservatorio di Musica “F. Venezze” di Rovigo.
In ambito jazzistico ha compiuto gli studi sotto la guida del maestro Marco Tamburini, perfezionandosi anche con Paolo Fresu, John Taylor e Kenny Wheeler.

Vanta svariate esperienze che vanno dalla musica classica al jazz passando per la musica leggera: nella sua carriera ha affiancato artisti quali Baustelle, Nada, Dente, Calibro 35, Enrico Gabrielli e molti altri.
Nel 2007 con il “Michelangelo Vanni Quartet” vince il primo premio (Award Henghel Gualdi) al Festival delle Arti di Bologna, per la sezione Jazz; nel 2009 con il gruppo Junkfood vince il primo premio al concorso nazionale “Chicco Bettinardi” per nuovi talenti del jazz italiano indetto dal Piacenza Jazz Club.

Con il progetto Junkfood vince il “Faenza Music Award” per la riscrittura della colonna sonora del film Dementia di John Parker (USA, 1955) e il premio Superstage indetto dal M.E.I. di Faenza.
Ha registrato in studio, sempre con Junkfood, due dischi usciti per l’etichetta bolognese Trovarobato (Transience, 2011 e The Cold Summer of the Dead, 2014), i cui tour lo hanno portato ad esibirsi in decine di date in Italia e all’estero. A maggio 2014 ha partecipato al Primavera Sound Festival di Barcellona.

Sempre nel 2014 inizia la collaborazione con il chitarrista slovacco David Kollar (Eivind Aarset, Gergo Borlai, Lenka Dusilova); da questo sodalizio nascono i progetti KoMaRa (con Pat Mastelotto dei King Crimson alla batteria) e The Blessed Beat (con il batterista Simone Cavina).  Entrambi i progetti escono per l’etichetta slovacca Hevhetia nel 2015 e partecipano ad importanti festival: Pohoda Festival (KoMaRa), Jazz For Sale Festival, (KoMaRa), Orava Jazz Festival (The Blessed Beat), Jazz Ruinach (The Blessed Beat).
In duo David e Paolo effettuano anche un tour negli Stati Uniti nell’ottobre 2014, da Seattle a Los Angeles partecipando a vari looping festival statunitensi.

Nel 2015 assieme al trombonista Francesco Bucci crea il progetto Ottone Pesante, una personale Metal band formata solo da tromba, trombone e batteria. Il primo omonimo lavoro, un EP di 5 tracce prodotto da Tommaso Colliva (Muse, Franz Ferdinand, Calibro 35), porta Ottone Pesante a fare un tour di quasi 90 concerti in tutta la penisola ed a ricevere consensi unanimi.

Da Settembre 2014 è docente di tromba presso la Scuola di Musica Artistation di Faenza.