• Home
  • Docenti
  • Batteria
  • Lorenzo Staffa

Lorenzo Staffa

lorenzo staffa 1Nato il 22 settembre 1975, Lorenzo incontra la musica all’età di 8 anni ed inizia a studiare batteria all’età di 11 anni con Elio Nannini; successivamente approfondisce lo studio dello strumento con Beppe Leoncini e Stefano Paolini, poi a 14 anni si unisce alle prime band e a 17 intraprende l’attività “live”.

Frequenta per 5 anni il corso di Percussioni presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena (Maestro Daniele Sabatani) e consegue la licenza di Solfeggio e di Solfeggio Ritmico.
Viene ammesso al Triennio Jazz presso il Conservatorio “G.Frescobaldi” di Ferrara dove frequenta il corso di Batteria Tenuto da Ellade Bandini.

Frequenta i seminari di Stefano Bagnoli (Jazz and Brushes), Saverio Tasca (Vibrafono) e Ian Paice (Deep Purple, Whitesnake, ecc)

Dal 1999 suona con Alessandro Ristori ed è cofondatore dei Portofinos, band che accompagna il cantante e show-man faentino, con il quale suona in Italia ma soprattutto oltre i confini nazionali: Regno Unito, Germania, Francia, Principato di Monaco, Lettonia, Svizzera, Slovenia, Malta, Russia, Kazakhstan, USA, Polonia, Libano dove si esibisce in centinaia di concerti su palchi prestigiosi e rassegne blasonate (Jagger club di Sanpietroburgo e di Berlino, Chaplin Club a Sanpietroburgo, Palladium a Riga, Claridge Hotel di Londra, lo Sporting Club e il Moods di Montecarlo, il Blue Note di Milano, il Fuori Orario di Reggio Emilia, The Place e il Micca Club a Roma, fino ad arrivare all’esperienza come “resident band” al Bar Americain dell’Hotel de Paris di Montecarlo).

Con Ristori registra 10 album e 2 DVD, in parte editi dalla Dontworry Records di Rolando D’Angeli ed in parte prodotti dalla casa discografica BumBum Dischi, da lui stesso fondata.

Ha collaborato con Bobby Solo, Sergio Sgrilli, Jono Manson, Ramsey and Vaan, i Blackmen, Miami and the Groovers, i Koppertoni, Freak Antoni, Jacynthe, Kelly Joyce, la Santo Giovese Dixie Band e L’Ensamble Jazz del Conservatorio di Ferrara, con Quinzàn ha registrato l’album “Venì, venì e mi amore”.
Ha lavorato in studio presso “Le Dune” di Loris Ceroni, i “Fox Studios” di Roma, lo "Studio 26" di Antibes - Francia, “Duna Studio” a Russi e “Deposito Zero” di Forlì.

E’ stato endorser dei piatti Anatolian e delle batterie Tamburo, è attualmente endorser delle bacchette Lantec.

Da Gennaio 2015 è docente di batteria presso la Scuola di Musica Artistation di Faenza.